Sindrome delle gambe senza riposo - RLS

La Sindrome delle Gambe Senza Riposo (Restless Legs Syndrome o RLS) è un disturbo neurologico molto complesso, caratterizzato da una sensazione di fastidio intenso ad uno o entrambi gli arti inferiori, riferita come un misto di formicolio, prurito, bruciore e raramente dolore, che porta la persona alla necessità impellente di muovere la gamba per trovare sollievo.
Compare prevalentemente la sera, si accentua molto la notte e nei momenti di rilassamento. Questo comporta insonnia e può penalizzare molto la qualità della vita di chi ne soffre.
Il disturbo è provocato da un’alterazione del metabolismo del ferro e della sintesi di dopamina, un mediatore chimico cerebrale che controlla la trasmissione nervosa. Come conseguenza, i neuroni inviano una serie di comunicazioni errate ai muscoli ed ai tessuti, scatenando i sintomi.
Ad oggi le cause di questa patologia non sono note. Studi dimostrano che alcune delle situazioni predisponenti possono essere la familiarità (il 60% dei casi è familiare), carenza di ferro, vene varicose, gravidanza(RLS transitoria), patologie concomitanti come l’insufficienza renale, l’artrite reumatoide e il diabete, oltre ad altri disturbi neurologici come il Morbo di Parkinson e altre neuropatie.
Al momento non esiste un esame diagnostico specifico per l’RLS ma è possibile individuarne la presenza in base a una serie di criteri stilati dal National Institute of Health (NIH):

  • Urgenza di muovere una o entrambe le gambe, associata o meno a formicolio
  • Peggioramento dei sintomi a riposo
  • Peggioramento dei sintomi la sera o la notte
  • Miglioramento durante il giorno oppure facendo movimento

I trattamenti della Sindrome della Gambe Senza Riposo si basano sull’individuazione delle cause predisponenti o scatenanti.
Quando invece non è possibile trattarne la causa, si utilizzano diversi farmaci a seconda della gravità e della frequenza degli attacchi (es. anticonvulsivanti, dopamino agonisti , ecc.)